AcomeA SGR
Diario del Fondo PrivatePoint Sostenibilità ESG Registrati
back to top


Sostenibilità ESG

Obiettivo del fondo AcomeA PMItalia ESG



Tramite un costante ingaggio con gli imprenditori e i manager, vogliamo supportare le PMI italiane nell’implementazione/miglioramento di criteri ESG all’interno del proprio modello di business, aumentandone anche la visibilità nei confronti del mercato finanziario. Le società in target sono prevalentemente realtà caratterizzate da piccole/medie capitalizzazioni quotate alla Borsa italiana, scelte secondo il nostro stile di gestione caratteristico value-contrarian che predilige la selezione di società ritenute a forte sconto sul valore intrinseco, desunto da ratios finanziari e analisi sulla qualità, la crescita, la posizione competitiva nel settore e l’efficacia del management.

Perché proprio il mercato italiano small e mid cap?

  • Impatto concreto sulle aziende: Molte piccole e medie imprese italiane non hanno ancora un rating ESG, il nostro lavoro è quello di contribuire affinché possano aumentare esponenzialmente la sostenibilità nel loro modello di business;
  • Opportunità nel mercato domestico: La vicinanza al territorio e le dimensioni contenute degli asset gestiti permettono di fornire un contributo concreto ed efficace senza incorrere nel rischio di illiquidità;
  • Leader mercato IPO AIM: Siamo investitori di lungo periodo e tra i principali partecipanti alle IPO delle eccellenze italiane con piccole e medie capitalizzazioni;
  • Alta potenzialità del mercato: Le PMI italiane hanno ancora ampi margini di miglioramento nell’implementazione di criteri per migliorare e monitorare l’impatto ambientale, sociale e di governance.


Come agiamo: attivismo societario

Il processo descritto viene costantemente monitorato dal Comitato ESG, presieduto dal Direttore Investimenti, che periodicamente riporta al CDA di AcomeA l’attività svolta e i relativi risultati conseguiti.

Identificazione delle società oggetto di engagement e delle tematiche rilevanti
L'approccio di engagement è personalizzato per ogni tema specifico e per ogni singola azienda. Analizziamo la documentazione sulla società per determinare il tema dell'engagement e il relativo impatto sul portafoglio del fondo AcomeA PMItalia ESG

Formulazione della strategia di engagement
La strategia di engagement fissa l’obiettivo che si vuole ottenere e gli strumenti da utilizzare. Vengono inoltre fissate scadenze chiare per il dialogo e si considera in anticipo l'eventuale escalation che potrebbe essere necessaria se le richieste chiave non venissero soddisfatte.

Dialogo collaborativo
Al fine di ottenere maggiori risultati, possono essere coinvolti altri investitori interessati all’impatto positivo dell’engagement.

Attivazione e svolgimento del dialogo
Il dialogo con le società partecipate oggetto di engagement viene condotto attraverso tutte le modalità a disposizione: corrispondenza scritta, incontri fisici/ virtuali e la partecipazione in assemblea.

Follow-up
Sulla base dei risultati delle fasi precedenti, viene presa una decisione di follow-up insieme alle parti interessate. Annualmente vengono valutati e rendicontati i risultati in termini di impatto dell’engagement, la sua escalation, il suo completamento, e i risultati raggiunti rispetto a quelli prefissati.


Cosa significa ESG per AcomeA

Non vengono adottati criteri di esclusione o di screening negativo; al contrario crediamo nell’inclusività di criteri ESG nel processo di selezione ed investimento dei titoli, attraverso una valutazione d’impatto in termini di rischi e opportunità di sostenibilità per il business delle aziende in cui il fondo investe. I principali fattori che guardiamo sono:

Modello di business
  • Opportunità di innovazione ambientale;
  • Opportunità di innovazione sociale;
  • Economia circolare;
  • Investimenti in R&S;

  • Environment
  • Riduzione dei rifiuti e incremento del riciclo;
  • Corretto trattamento dei rifiuti pericolosi e riduzione dell’inquinamento;
  • Efficienza nell‘utilizzo delle risorse energetiche ed idriche;
  • Efficienza nell’utilizzo delle materie prime;
  • Impronta di carbonio, transizione verso un modello a bassa impronta di carbonio;

  • Social
  • Responsabilità di prodotto;
  • Clima aziendale e capitale umano (tasso di turnover);
  • Salute e sicurezza;
  • Formazione;
  • Soddisfazione dei clienti;
  • Audit ESG dei fornitori;

  • Governance
  • Composizione dell’azionariato;
  • Politica dei dividendi;
  • Composizione del Consiglio di Amministrazione;
  • Politiche di remunerazione;
  • Governance della sostenibilità (livello di incorporazione nella organizzazione e cultura aziendale);





  • Per ulteriori approfondimenti consultare la Policy ESG e l'estratto Policy di Voto & Engagement.