AcomeA SGR
Diario del Fondo PrivatePoint Registrati
back to top


Venerdì 16 ottobre 2020

Perché la seconda ondata non sarà uno Tsunami sui mercati come la prima





La prima ondata di contagi ha avuto l’effetto di uno Tsunami. Sugli ospedali come sui mercati finanziari. Presi alla sprovvista dalla rapidità con cui il virus ha messo in ginocchio i sistemi sanitari e costretto gli Stati al lockdown le Borse a marzo sono collassate con la volatilità che si è impennata a livelli che non si vedevano dal crack Lehman del 2008. La seconda ondata, in parte attesa, ha colto mercati e governi meno impreparati rispetto all’esordio della crisi. Secondo Alberto Foà, presidente di AcomeA sgr, è difficile quindi che l'impatto sui mercati sia lo stesso. I contagi corrono e si torna a evocare il lockdown.  
Leggi l'intervista pubblicata su Il Sole 24 Ore