AcomeA SGR
Diario del Fondo PrivatePoint Sostenibilità ESG Fondi a distribuzione proventi Registrati
back to top


15/03/2022

Report engagement: Marzocchi Pompe



Prosegue l’attivismo del fondo AcomeA PMItalia ESG, volto ad aiutare le PMI italiane a prendere consapevolezza delle dinamiche ESG, a misurarle e comunicarle al mercato nel miglior modo possibile. Il primo engagement di questo 2022 vede come protagonista la società Marzocchi Pompe.

Marzocchi Pompe è una PMI bolognese impegnata nella produzione di pompe idrauliche con sede a Zola Pedrosa (BO). Marzocchi è leader mondiale nel design, produzione e commercializzazione di pompe ad alte prestazioni per molteplici applicazioni: industriale (macchine tessili, macchine utensili, equipaggiamenti medici, energia) e automotive (trasmissioni, power steering, ecc). Marzocchi ha una vasta gamma di prodotti che coprono tutte le principali fasce di domanda per i suoi clienti, con una particolare attenzione alle produzioni customizzate. Il prodotto di punta è ELIKA, una pompa idraulica di ultima generazione a bassa rumorosità e altissima efficienza, coperta da due brevetti.

La produzione è interamente dispiegata in Italia nei due siti produttivi di Casalecchio di Reno (BO) e Zola Pedrosa (BO). Lo stabilimento di Casalecchio ha una superfice di 6.620 metri quadri con 177 impiegati mentre il nuovo stabilimento di Zola Pedrosa ha una superficie di 8.600 metri quadri con 30 dipendenti. Quest’ultimo ha un elevatissimo contenuto di automatizzazione quindi, per questo motivo, ha meno della metà degli operai dello storico stabilimento di Casalecchio. Questo conferma la vocazione di Marzocchi Pompe per l’innovazione e la ricerca e sviluppo così come per l’efficienza gestionale dei processi produttivi.

Di seguito un breve riassunto dei dati finanziari fino al 2020:

 

Marzocchi Pompe, come già accennato prima, ha una spiccata vocazione per l’investimento in ricerca e sviluppo con livelli di investimenti/ricavi sempre a doppia cifra (ad eccezione dell’anno del Covid). Gli operai sono altamente qualificati per progettare e sviluppare prodotti unici e dall’elevato contenuto tecnico. La società ha inoltre una cooperazione di vecchia data con l’Università di Bologna. Il dipartimento di Ricerca e Sviluppo può contare su due camere climatiche per test ad alta e bassa temperatura.

 

Andiamo ora a vedere l’impatto e l’impegno della società nei tre pilastri ESG:

ENVIRONMENT

Marzocchi Pompe ha una politica ambientale interna e, dal marzo 2017, ha la certificazione UNI EN ISO 14001 per il nuovo stabilimento di Zola Pedrosa (BO). Gli standard di questa certificazione forniscono una guidance su come ridurre gli impatti ambientali nelle varie fasi dell’impianto: acquisti, stoccaggio, distribuzione, sviluppo e produzione dei manufatti.

Più nel dettaglio, la società dichiara sul proprio sito internet un pieno impegno a prevenire l’inquinamento, assicurando la preservazione e protezione dell’ambiente attraverso il continuo miglioramento della propria efficienza energetica. Marzocchi mira a:

  • essere in compliance con le principali leggi e regole in materia di protezione ambientale e di rispettare gli standard di conformità richiesti;
  • distribuire al management specifici compiti circa il monitoraggio attivo e l’applicazione di standard di protezione ambientale;
  • ridurre sempre più l’impatto ambientale delle sue attività con il continuo investimento in ricerca e sviluppo per l’efficienza dei processi produttivi;
  • infondere una cultura aziendale volta alla salvaguardia del benessere in ambito lavorativo e alla tutela ambientale;
  • definire obiettivi specifici per continuare a migliorare le performance ambientali degli impianti.

Ad oggi, tuttavia, non c’è disclosure circa il consumo di energia e acqua, emissioni di GHC, riciclo e rifiuti generati.

Marzocchi Pompe possiede le seguenti certificazioni:

 

SOCIAL

Nel 2020 la società presenta circa 248 impiegati con il 99% di contratti a tempo indeterminato. Lo spaccato dei dipendenti per funzione è: 72% operai, 25% impiegati e 2% manager. Non ci sono dati sul genere e sull’età della forza lavoro.

L’azienda sul proprio sito presenta una sezione “Social Responsability” dove dichiara di avere sempre garantito l’equo trattamento e le eque opportunità tra i dipendenti per la crescita professionale e la gestione dei giovani talenti, così come per le persone svantaggiate o con disabilità. Come risultato della sua politica di inclusione e pari opportunità, Marzocchi Pompe, è stata insigliata del premio di Solidarity Company.

 

Circa i fornitori, Marzocchi Pompe, dichiara di migliorare costantemente la sua catena di produzione del valore in ottica sostenibile con particolare attenzione ai fornitori. Ha adottato un Supplier Code of Conduct a cui devono aderire tutti i suoi fornitori. Questo codice identifica e specifica lo standard minimo che Marzocchi Pompe si aspetta dai suoi fornitori così come dai sub contractors e sub suppliers. I fornitori devono essere pienamente impegnati nell’adottare i più alti standard internazionali e le best practices del settore e devono dimostrarlo tramite report quantitativi. La società ha inoltre il diritto di compiere visite negli impianti dei fornitori per ispezionare e verificare gli standard di qualità richiesti. Infine, tutti i dipendenti di Marzocchi Pompe che hanno contatto dirette con i fornitori devono conoscere adeguatamente il Supplier Code of Conduct e monitorarne l’effettiva applicazione. Una voce importante delle garanzie che devono fornire i fornitori, è sul rispetto dei diritti umani e della dignità della persona.

 

GOVERNANCE

Di seguito un breve riassunto sulla Governance della società:

 

Per quanto riguarda le politiche di remunerazione, è previsto un cap massimo del Board di 300.000 euro che nel 2020 è stata di 293.000 euro. Non ci sono dati circa il gender pay gap o sul differenziale di remunerazione del CEO e della media dei dipendenti. Il costo medio del lavoro è sceso con un CAGR del 5% negli ultimi 3 anni, dal 2017 al 2020.

 

ATTIVITA’ DI ENGAGEMENT E CONCLUSIONI

Ad oggi Marzocchi Pompe non ha una strategia di sostenibilità integrata nel suo business plan. La sostenibilità dell’azienda è concentrata sul benessere della comunità ma non ha un focus strategico. Marzocchi mostra sicuramente un impegno verso i temi della sostenibilità, ma non ha pubblicato ancora nessun Report di Sostenibilità e non integra alcuna metrica nella sua strategia.

I principali competitor, sebbene di dimensioni nettamente superiori, pubblicano un Report di Sostenibilità comprensivi tra le altre cose di metriche quantitative in merito alla de-carbonizzazione. I competitor di dimensioni più contenute invece, hanno certificazioni della stessa tipologia di Marzocchi Pompe e adottano anch’essi politiche ambientali e Codici Etici per i fornitori.

Marzocchi Pompe deve quindi puntare a differenziarsi, rispetto ai competitor di pari dimensioni, facendo emergere in maniera concreta quanto fatto e quanto stanno facendo in particolare sul tema dell’efficientamento dei processi produttivi. Va inoltre realizzato un focus da implementare nel business plan per dare obiettivi di medio-lungo periodo su cui il mercato potrà valutare l’operato del management. Il tutto passa, in primis, dalla definizione di un Comitato ESG interno e l’individuazione dei punti di forza, da comunicare meglio, e di debolezza, sui quali lavorare.

 

SCORE ESG

Di seguito presentiamo il punteggio e lo spaccato per voce del nostro score proprietario ESG. Ad oggi la società Marzocchi Pompe ha un rating BBB. Tramite i nostri interventi puntiamo a migliorare il rating della società e a renderlo maggiormente visibile alla comunità finanziaria.

 

Per approfondire il progetto del fondo AcomeA PMItalia ESG è disponibile la sezione dedicata CLICCA QUI.

 

 

A cura di Antonio Amendola, gestore del fondo AcomeA PMItalia ESG.