AcomeA SGR
Diario del Fondo PrivatePoint Sostenibilità ESG Fondi a distribuzione proventi Registrati
back to top


23/03/2022

Report engagement: Take Off



Prosegue l’attivismo del Fondo AcomeA PMItalia ESG, volto ad aiutare le PMI italiane a prendere consapevolezza delle dinamiche ESG, a misurarle e comunicarle al mercato nel miglior modo possibile. La seconda società ingaggiata in questo 2022 è una matricola del mercato Euronext Growth Milano: Take Off.

Take Off è una società impegnata nel fashion retail con sede operativa a Monopoli (BA). Take Off opera attraverso il canale retail con 143 negozi sul territorio nazionale, la maggior parte nel Centro-Sud, di cui 26 di diretta gestione e 117 affiliati. Di tutti i negozi, 31 vendono indumenti ed accessori uomo/donna e 112 sono invece focalizzati sul segmento bambino con un fatturato combinato atteso per il 2021 di 26.7 milioni di euro.

La strategia commerciale di Take off prevede l’incremento della presenza territoriale in tutta Italia con aperture in posizioni strategiche nel Centro-Nord Italia. Take off ha un portafoglio di marchi propri emergenti che hanno caratteristiche iconiche e facilmente riconoscibili dal consumatore finale. Oltre ai marchi propri, il Gruppo vende nei propri store pezzi in sconto dei grandi marchi della moda internazionale.

Take Off si è quotata sul mercato Euronext Growth Milano il 23 Novembre 2021 al prezzi di 4 euro per azione.

 

 

 

 

Di seguito un breve riassunto dei dati finanziari fino al 2021:

 

Andiamo ora a vedere l’impatto e l’impegno della società nei tre pilastri ESG:

ENVIRONMENT

Take Off non ha una politica ambientale e non ha certificazioni in questo ambito. Non ha inoltre nessuna disclosure circa il consumo di energia, consumo di acqua, emissioni di GHG, generazione di rifiuti e riciclo.

  

SOCIAL

Alla fine di ottobre 2021 Take Off contava 217 impiegati di cui 94% lavoratori, 5% impiegati e 1% manager. Non ci sono dati circa la composizione di genere o di età così come sul turnover.

La società non ha nessuna sezione CSR sulla propria pagina aziendale.

Stando all’Information Memorandum dell’IPO, Take Off ha relazioni consolidate con i suoi fornitori. Si rifornisce per:

  • prodotti di Brand di terze parti da rivendere nei suoi store;
  • prodotti di Brand propri ma forniti da partner internazionali che sono accreditati sulle best practices per le materie prime e per la produzione dei beni.

 

GOVERNANCE

Di seguito un breve riassunto sulla Governance della società:

Take Off ha un capitale sociale di 1.562.480 euro composto da 15.624.800 azioni valorizzate 0.1 euro l’una. La società è controllata da Aldo Piccarreta attraverso la holding Summit Spa di cui detiene il 75% oltre che partecipazioni dirette per il 6%. Il secondo azionista è Giorgia Lamberti Zanardi che detiene il restante 25% della Holding Summit Spa oltre che il 2% di partecipazione diretta. Il restante 20% è il flottante per il mercato.

Maggiori operazioni straordinarie nello scorso anno:

  • il 23 novembre 2021 quotazione sul mercato Euronext Growth Milano di Borsa Italiana;
  • alla fine del 2021 ha acquisito la Over Srl;
  • il 3 dicembre 2021 si è dimesso l’indipendente Valentino Fabbian e il 20 dicembre è stato sostituito da Costantino Natale;
  • l’AGM del 20 dicembre 2021 ha spostato la sede legale a Milano in Via Montenapoleone 8.

 

ATTIVITA’ DI ENGAGEMENT E CONCLUSIONI

Ad oggi, Take Off non ha una strategia sulla sostenibilità. Ad ogni modo, nella presentazione agli investitori del febbraio 2022, la società ha dichiarato di essere intenzionata ad implementare metriche di sostenibilità nel business model per creare valore di lungo periodo. Ha inoltre deciso di adottare un modello che mappi il rischio Organizzativo, Manageriale e di Controllo secondo la legge 231/2001 e di adottare un Codice Etico oltre che istituire una Commissione per la Gestione dei rischi.

Take Off, quindi, non ha ancora concretamente messo in campo nulla sulle tematiche ESG, tuttavia, sta prendendo coscienza dell’importanza e del potenziale inespresso del suo business model. Il maggiore rischio che vediamo per la società è sulla sostenibilità della catena di fornitura visto che molti processi sono in outsourcing presso produttori internazionali asiatici ed albanesi. Il principali competitor hanno una maggiore profondità di dati ESG: Monnalisa pubblica Non Financial report, Portobello ha un codice Etico e una sezione sostenibilità sul sito.

Con il Management ci focalizzeremo sui seguenti punti:

  • individuare e delineare una strategia sulla sostenibilità che valorizzi il business model;
  • costituire un comitato interno che presidii le tematiche ESG;
  • creare una sezione dedicate sul sito internet;
  • individuare i principali indicatori da comunicare al mercato.

 

SCORE ESG

Di seguito presentiamo il punteggio e lo spaccato per voce del nostro score proprietario ESG. Ad oggi la società Take off ha un rating B. Tramite i nostri interventi puntiamo a migliorare il rating della società e ha renderlo maggiormente visibile alla comunità finanziaria.

 

Per approfondire il progetto del fondo AcomeA PMItalia ESG è disponibile la sezione dedicata CLICCA QUI.

 

 

A cura di Antonio Amendola, gestore del fondo AcomeA PMItalia ESG.