back to top


2007-2014 odissea nella crisi. Capire il passato per navigare il presente

Con Alessandro Haber e Marco Onado


Martedì 13 maggio 2014 ore 18.30
Sala Grande, Teatro Franco Parenti
Via Pier Lombardo 14, Milano

Che cosa è accaduto dal 2007 a oggi? Alessandro Haber racconta le tappe principali di una discesa finanziaria che sembra non finire mai. Un’occasione per guardare dietro le quinte di ciò che è accaduto e comprendere, attraverso l’occhio dell’economista Marco Onado, meccanismi e dinamiche della crisi che stiamo attraversando.
Adattamento del testo a cura di Monica Capuani.

“Mentre le autorità si affannano per arginare la crisi, la gente si interroga sul futuro dei propri risparmi. Qual è la vera natura del sistema finanziario?”

Marco Onado

Alcuni highlight della serata

Marco Onado: cinque regole per investire bene

L'economista Marco Onado spiega cinque semplici regole per evitare gli errori più comuni e investire consapevolmente.



L'importanza dell'indipendenza nelle scelte di investimento

L'economista Marco Onado spiega cinque semplici regole per evitare gli errori più comuni e investire consapevolmente.



L'illusione del rendimento finanziario certo e illimitato nel tempo

Alessandro Haber ripercorre le tappe principali della lunga crisi finanziaria che a partire dal 2007, sembra non trovare fine.




Gli ospiti della serata

Alessandro Haber

Fin da ragazzino il suo sogno è la recitazione, appena ventenne riesce a ottenere una parte in "La Cina è vicina", pellicola di Marco Bellocchio e successivamente a lavorare con registi come i Taviani, Fellini, Bertolucci, Damiani, Salvatores sempre in piccole parti. Nel 1986 Pupi Avati lo sceglie per il suo "Regalo di Natale" e per Alessandro Haber sarà la svolta. Con Avati tornerà a recitare in "Storia di ragazzi e di ragazze" nel 1989, ma dall'86 i suoi anni diventeranno densissimi di impegni lavorando con quasi tutti i registi italiani, in particolare Mario Monicelli, Maurizio Nichetti, Sergio Rubini, Gabriele Salvatores, Ermanno Olmi, Giovanni Veronesi, Leonardo Pieraccioni, Marco Risi, Giorgio Capitani, Michele Placido, Nanni Moretti, Giuseppe Tornatore. Nel 2003 affronta la sua prima prova di regista nel film "Scacco pazzo" con Vittorio Franceschi. Anche a teatro dal 1968 ha lavorato con i più importanti registi italiani e non, a partire da Luigi Squarzina, Mario Missiroli, Nanni Loy, Carmelo Bene, Jerome Savary, Andrée Ruth Shammah, Giampiero Solari. La sua recitazione dirompente e versatile ottiene sempre unanimi consensi di critica pubblico fino all'ultima stagione teatrale 2013/2014 dove interpreta “Freud” nello spettacolo “Il visitatore” di E.E. Schmitt, regia di Valerio Binasco con Alessio Boni. Negli ultimi anni ha rivelato un altro grande talento anche come cantante, dimostrando di essere sempre un interprete sicuro e raffinato.

Marco Onado

Economista, ha pubblicato numerosi libri sulla regolamentazione del sistema finanziario, di cui è considerato uno dei massimi esperti, tra cui, con Laterza, "I nodi al pettine. La crisi finanziaria e le regole non scritte". Professore all'Università Bocconi di Milano, è stato Professore Ordinario di Economia degli intermediari finanziari nelle Università di Modena e di Bologna e visiting professor presso l'University College of North Wales e la Brown University. Membro del Comitato Scientifico di Prometeia, Associazione per le ricerche econometriche, e delle riviste Banca Impresa e Società e Mercato Concorrenza Regole. Dal 1993 al 1998 è stato commissario della Consob, esperienza che ha rafforzato il suo interesse per le regole applicate al mondo finanziario.


Alcune immagini della serata