back to top


La moneta e le sue facce: una storia del denaro

Con Massimo Popolizio e Andrea Terzi


Mercoledì 5 ottobre 2016 ore 20.45
Sala Grande, Teatro Franco Parenti
via Pier Lombardo 14, Milano

Dalle tavolette di argilla, comparse cinquemila anni fa in Mesopotamia per annotare gli scambi, alle nuove forme di moneta interamente elettroniche: il denaro accompagna e governa la vita della collettività ed è proprio attraverso l’evoluzione dell’uso della moneta che assistiamo nei secoli allo sviluppo economico, sociale e culturale. Tuttavia, i grandi scandali hanno anche fatto dubitare della sua solidità. Quale deve essere allora il ruolo del denaro? In che modo ritrova oggi il suo senso di bene prima di tutto pubblico?

"Denaro, moneta, cartamoneta, pecunia, soldi, fiorini, baiocchi, contante, liquidi, banconote, cheques, revolving card, bitcoin. Quanti nomi, forme e incarnazioni per una materia astratta che è insieme merce e pura energia."

Massimo Popolizio ci conduce attraverso la storia del denaro, tra evoluzioni e crisi in un viaggio nel tempo e nello spazio che ha portato la moneta a rinnovarsi continuamente e a non morire mai. L'economista Andrea Terzi e il Presidente di AcomeA SGR, Alberto Foà , approfondiranno le vicende di una delle invenzioni più potenti e potenzialmente pericolose create dall’uomo.

Testo a cura di Magdalena Barile e Giuseppe Barile.



Gli ospiti della serata

Massimo Popolizio

Diretto dai più importanti registi italiani ed europei, riceve quattro volte il Premio Ubu, l’Eschilo d’Oro, il Premio ETI Gli Olimpici del teatro, il Premio della critica, il Pegaso d’oro, il Nastro d’argento e altri premi. La sua collaborazione con Ronconi dura quasi 25 anni: ricordiamo Quer pasticciaccio brutto de Via Merulana, I fratelli Karamazov, I due gemelli veneziani, Lolita, Baccanti e Le Rane, Re Lear, Verso Peer Gynt, Ruy Blas e il più recente Lehman Trilogy. Tra gli altri, lavora con Castri (Il Misantropo), Pasqual (Blackbird), Abbado (Cyrano de Bergerac), Schilling (Riccardo III), Avogadro (Copenaghen), Longhi (Prometeo). Ha diretto Il Prezzo (The Price) di Arthur Miller. Al cinema è interprete di Romanzo criminale, Mio fratello è figlio unico, Il divo, Benvenuto Presidente!, La grande bellezza, Il giovane favoloso. Con Era d’estate di Fiorella Infascelli riceve nel 2016 il Nastro d’argento. È la voce di Tim Roth nella serie Lie to Me. Partecipa a diverse fiction tv, tra la quali Qualunque cosa succeda diretto da Negrin e Io non mi arrendo di Monteleone.


Andrea Terzi

Si è laureato in economia politica all'Università Bocconi e ha conseguito il Ph.D. alla Rutgers University. Insegna economia alla Franklin University di Lugano, è ricercatore presso il Levy Economics Institute a New York, e docente di economia monetaria all’Università Cattolica di Milano. I suoi interessi di ricerca riguardano la teoria e la politica monetaria, la macroeconomia internazionale, la relazione tra risparmio, debito e occupazione. Autore di La Moneta per la collana Farsi un’Idea del Mulino (2002) ora riproposto in e-book; Appunti di Economia Monetaria (EDUCatt, 2012); Salviamo l’Europa dall’austerità per Vita e pensiero (2014) in cui contraddice molti dei luoghi comuni sulla sostenibilità del debito pubblico. È autore di numerosi articoli su riviste nazionali e internazionali. Tra le sue pubblicazioni: Euroland and the World Economy: Global Player or Global Drag? (Palgrave Macmillan, 2007) che ancor prima della crisi metteva in risalto i rischi della moneta unica. Collabora a riviste, quotidiani e blog di economia.


Alcune immagini della serata